venerdì 9 ottobre 2015

About me

Signori e signore, bambini e bambine, mi presento!

Sono Anna e con voi voglio condividere le mie esperienze, i miei pensieri e le mie passioni attraverso questo blog. Perché?
Semplice: perché voglio lasciarvi qualcosa che vi faccia riflettere, ridere, che vi strappi un sorriso o vi insegni qualcosa, che vi faccia pensare “ma quanto è cretina ‘sta qua?” o “caspita, la penso anche io così!”, che vi intrattenga quando avete bisogno di staccare dal lavoro o dallo studio e che vi faccia compagnia quando vi sentite soli.

Nella mia vita ho passato diversi periodi bui da cui pesavo di non uscirne e che alla fine mi hanno sempre lasciato delle cicatrici. Nel lungo e buio cammino della nostra esistenza, si sta sempre meglio in compagnia che da soli!

Ma basta chiacchiere, capirete meglio di cosa parlo con i miei articoli che pian piano vedranno la luce.

Chi sono io?

Dunque filosoficamente parlando non saprei, ma posso dirvi cosa sono nella vita di tutti i giorni.

Studio veterinaria a Valencia, in Spagna, con il sogno di potermi dedicare alla ricerca e diventare una chirurga lavorando con una delle più grandi passioni della mia vita: gli animali.
Sin da quando ne ho memoria ho voluto dedicarmi a questo e di lavorare nel campo dell’ingegneria genetica (cosa di cui però allo stesso tempo ho il terrore, essendo una capra in matematica). E finalmente, pian piano, sto costruendo il mio sogno.
Allevo rettili (eh sì avete letto bene, rettili!) da quando avevo 15 anni dedicandomi principalmente a boa constrictor, morelie, gechi e pitoni palla. Adoro giocare con la loro genetica e sbizzarrirmi nella creazione di terrari realistici per farli sentire a proprio agio. Ma vi racconterò meglio questa mia bizzarra passione negli articoli futuri.

Pegaso,  uno dei miei primi rettili che fa un giretto sul fico in giardino.

Amo l’arte. Per me rappresenta la sublimazione dell’uomo e una delle massime espressioni dell’anima. Mi piace dipingere, disegnare e scolpire anche se difficilmente ne trovo il tempo, specialmente a olio, pastello, matita e carboncino che ho imparato a usare da autodidatta.
Damien Hirst, Anatomy of a Angel. La adoro!

Scrivo, soprattutto poesie. Questa mia altra passione me la porto dietro da anni perché mi aiuta a riflettere, a esprimermi e a condividere i lati più nascosti della mia anima e del mio cuore. Non aspettatevi che condivida con voi molte mie creazioni perché spesso ne sono imbarazzata e alcune sono dedicate a persone che fanno parte della mia vita, che amo e con cui ho condiviso esperienze, gioia e tristezza.

Che altro? Mi piace cucinare per le persone che amo e sperimentare, sempre, non solo in cucina ma anche con tutte le cose che mi piacciono.
Ma ne avrei parlare per anni se dovessi raccontarvi nel dettaglio la mia vita. Vi lascio il piacere di scoprire pian piano ogni mia follia, ogni mio delirio e amore che mi hanno reso la persona che sono.

E ricordate:


La pazzia, signore, se ne va a spasso per il mondo come il sole, e non c'è luogo in cui non risplenda.

-William Shakespeare-

4 commenti:

  1. Proprio vero che si sta sempre meglio in compagnia che da soli ;-)

    Un appunto se mi permetti: nell'ingegneria genetica che satura le biotecnologie non vi è tutta questa matematica, bensì c'è un complesso lavoro di "taglia e cuci" a livello molecolare per cui sarebbe meglio chiamarla "Sartoria Genetica Molecolare" XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, ma la compagnia deve essere buona :)
      Se fosse solo "sartoria molecolare" mi ci lancerei a capofitto, ma anni fa conobbi un ingegnere genetico, quando facevo la cameriera, ed era una mente a parte, veniva da Gerusalemme e mi stupì molto che fosse un genio ma negato per qualunque azione di vita quotidiana (es. lavare i bicchieri). Ci va una testa per raggiungere certi livelli...

      Elimina
  2. Ciao Anna,
    ho letto con vero interesse la tua nota biografica e apprezzo lo spirito con il quale hai improntato questo tuo spazio.
    Comprendo pienamente la tua ritrosia a condividere ciò che scrivi, anche per me è sempre stato così, ma con l'esperienza e i vari contatti mi sono resa conto che la condivisione è un vero arricchimento, non un atto di immodestia o pretenziosità ecc. Mi farebbe piacere farti conoscere gli altri miei blog (lo schiaccianoci e Parole qua e là) che puoi raggiungere dal mio profilo.
    Adesso stop, non voglio annoiarti, alla prossima
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Spero che pian piano le cose migliorino, ma penso sia solo questione di tempo perchè maturi e riesca ad aprirmi senza troppi problemi. Vado volentieri a cercarli! E figurati qua sono io quella che annoia i lettori con mille chiacchiere ;) un abbraccio!

      Elimina